Scegliere i libri per bambini 0-3 anni non sempre è facile. Ecco allora alcuni consigli per orientarvi nell’acquisto!

 

Libri per bambini 0-3 anni

 

Da quando è nata, Vittoria ha ricevuto molti regali ma davvero pochi libri.
Sarà che sono una dottoressa in psicologa dello sviluppo ed un’ex-educatrice di nido, ma secondo me non c’è regalo più grande per un bambino di un libro.
Quando i bambini sono piccoli, non è uso comune regalare libri perché si pensa che i bambini siano troppo piccoli per capire e per interessarsene.

Ho comprato a Vittoria libri di ogni genere e non potete immaginare l’orgoglio di noi genitori quando, ormai giunta ai 12 mesi, preferiva i libri a qualunque altro gioco da fare da sola o da condividere.

Quando entro in una libreria e mi trovo nell’angolo destinato ai libri per bambini, la scelta è talmente tanta che mi sento sopraffatta e spesso non compro niente. Non vi nego che mi trovo meglio a compare libri online, poiché posso ordinare i risultati secondo alcuni criteri e sentirmi ancora in grado di ricordarmi cosa stavo cercando!

Il mio lavoro da educatrice mi ha comunque molto avvantaggiata, perché ho avuto modo di avere tra le mani, sfogliarli, e “provare” sui bambini molti dei libri che sono ora in commercio e sapere perciò cosa avrei comprato a mia figlia è stato molto più facile.

Ma vediamo insieme come orientarci nella scelta e soprattutto come comprare un libro per bambini che piaccia ai bambini.

 

Libri per bambini 0-3 anni

 

Ebbene sì, la responsabilità non è solo di chi scrive i libri ma anche nostra che, in quanto genitori, dobbiamo saper scegliere il libro più adatto alla loro età e quindi alle loro competenze. Infatti, quando il libro non interessa il bambino spesso è perché non lo abbiamo scelto bene in termini di contenuti e forma in cui è scritto. Non solo, molto dipenderà anche da come sapremo coinvolgerli nella lettura…

La lettura può essere proposta ai bambini fin dai primi mesi di vita poiché amano sentire il voce della mamma e i racconti anche quando ancora non comprendono il significato delle parole. In altri termini, amano condividere quel momento di attenzione condivisa e di coccola sonora con il genitore ancora prima di riuscire ad interessarsi al libro!

[Puoi cliccare sulle immagini per scoprire i libri!]

Pertanto, già nei primi 2 mesi di vita possiamo proporre dei libri al bambino e iniziare a creare un momento speciale dedicato. I libri adatti sono quelli che permettono alla mamma di esaltare il suono della sua voce, come questo.

 

mammalingua

 

Allo stesso tempo, possiamo proporre ai neonati libri che siano caratterizzati da immagini con contrasti netti e ben definiti, preferibilmente nei toni del bianco e del nero. Infatti la vista è l’ultimo senso il cui completamento avviene dopo la nascita, esattamente intorno ai 6 mesi. Pertanto, nei primi mesi il neonato ha un’acuità visiva di soli 25/30 cm! Questi colori e la presentazione delle immagini chiare e non oltre i 30 cm dal suo viso, lo aiuteranno ad esercitarsi nel mantenimento dell’attenzione e nella stimolazione visiva.

 

 

Per i bambini dai 3 ai 6 mesi, sono ideali i libri morbidi, fatti di stoffa, che potranno essere agitati e portati alla bocca senza alcun rischio.
I bambini saranno attratti dai colori e dai piccoli suoni che produrranno agitandoli.

 

 

Per i bambini tra i 6 e i 12 mesi iniziano ad essere interessanti i libri tattiliquindi con applicazioni per fornire diverse sensazioni tattili, con materiali che producono rumore quando il bambino li tocca, con finestrelle, pulsanti che permettano la riproduzione di canzoncine e suoni della natura!

Sono libri pensati per stimolare l’area sensoriale e sviluppare l’area cognitiva.

 

 

Intorno ai 12 mesi possiamo proporre libri che presentino brevi storie con immagini grandi e colorate, appartenenti all’ambiente familiare e concreto del bambino. Sono libri che stimolano la produzione delle prime parole! 

 

 

Tra i 18 e i 24 mesi possono essere proposti libri che parlino delle routine come la pappa, il sonno, il bagnato e il tutto attraverso immagini grandi, colorate e in una pagina!Sono pensati per permettere al bambino non solo di conoscere meglio la sua quotidianità ma anche provare a raccontare la storia senza l’aiuto dell’adulto. 

 

 

Dai 24 mesi possiamo proporre libri che raccontino vere e proprie storie, che non riguarderanno più solo il mondo fisico ma anche quello interiore e fantastico, abbiano l’intento di insegnare al bambino qualcosa, dai numeri alle emozioni, con storie semplici e lineari che andranno a complicarsi procedendo nella sua crescita. Questi libri permetteranno al bambino di conoscersi e di conoscere gli altri…

 

 

 

Piccola guida per scegliere bene…

Da 0 a 12 mesi: i libri devono avere immagini grandi ma con contrasti netti, colori vivaci,  poche parole, parti che stimolino i sensi.

Da 12 a 18 mesi: i libri devono avere immagini grandi, semplici e chiare dal punto di vista percettivo, frasi brevi e con parole che riguardano il mondo del bambino.

Da 18 a 24 mesi: i libri avranno immagini familiari, colorate, in cui ogni pagina rappresenta un azione, frasi semplici e lineari e facilmente riproducibili. 

Dai 24 mesi, la storia avrà una precisa struttura: un inizio, che presenta il protagonista alle prese con una situazione problematica, uno svolgimento, con i diversi tentativi per trovare una soluzione, e una fine che, generalmente, coincide con la risoluzione del problema. Le fiabe!

 

Flavia

@flavia_educhiamali

@flavia_educhiamali

Consulente dello sviluppo

Dunque io sono Flavia, sono dottoressa in psicologia dello sviluppo.

Sono una formatrice, sono un’ex-educatrice.
Sono una mediatrice e counselor scolastica.

Sono una mamma e tutto quello scritto sopra con  le mie figlie conta poco.

Vorrei salvare un genitore alla volta e insieme a loro cambiare il mondo. 

Credo nelle persone e nelle parole che scelgono di pronunciare perché mi piace indovinare che cosa hanno bisogno di nascondere…

Formulo teorie e riflessioni su tutto, tutto, tutto!


Neonati: come tenerli, in che posizione e per quanto tempo?

Oggi parliamo di neonati: meravigliosi, teneri e profumati…ma come li tengo? In che posizione? Per...

Aspettare un bambino – gravidanza e comunicazione

Aspettare un bambino, imparare a conoscerlo e ad ascoltarlo prima ancora che nasca. I consigli...

Luneur Park

Luneur Park - Attrazioni e parco acquatico a Roma   Quando arriva il caldo estivo e ancora...