Ecco alcune idee di attività da proporre in casa ai bambini quando vi chiedete: “Ma adesso cosa gli faccio fare”? 

 

Idee per attività in casa

Ciao cari genitori, sono tornata! 

Come procede la quarantena a casa con i bimbi? 

Io sono qui per proporvi delle attività da fare con loro nei momenti in cui non avrete idee e vi chiederete: “Ma adesso cosa gli faccio fare”? 

Sono convinta che le idee non siano mai abbastanza in quanto la maggior parte dei bambini ha energie da vendere. Come sarebbe bello se potessero cederne un po’ a noi. Chi la pensa come me?

Cerchiamo innanzitutto di vedere il bicchiere mezzo pieno e poi di scaricarli in modo creativo, proponendo delle attività che oltre a farli stare tranquilli per un po’ permettano soprattutto di sviluppare competenze manuali, sensoriali, spaziali, temporali e dando sfogo alla loro creatività.

 

PITTURA CON IL SALE

idee per giocare in casa

Ciò che occorre per realizzare questa semplicissima ma particolare tecnica di pittura è: 

  • un cartoncino

  • acquerelli 

  • sale grosso

Per dipingere utilizzando questa tecnica, se si hanno gli acquerelli a cialde il colore deve essere abbastanza bagnato. Quando il foglio è ancora bagnato si sparge il sale sopra a piacere e si lascia asciugare. Non appena il colore è asciutto si scrolla via il sale. Adesso potrete ammirare gli effetti che il sale ha creato.

 

CASE DI SCATOLE

idee per giocare in casa

Ciò che occorre per realizzare queste simpatiche casette sono:

  • scatole di scarpe e scatole più piccole

  • pennarelli

  • colla

  • cartoncino

  • forbici

  • piccoli oggetti per fare i mobili

Si può utilizzare una sola scatola (per creare un appartamento), più scatole mettendole una sull’altra (per creare un edificio), oppure una fattoria mettendo le scatole in fila. Incollatele in base alla forma che avete deciso di dare e poi ritagliate porte e finestre. In quest’attività dovete lasciare assoluta libertà nella ricerca e creazione di materiali, prediligendo qualsiasi oggetto di recupero. Potete dipingere l’esterno delle scatole, attaccarci delle figurine o farci sopra dei disegni. La parola chiave è creatività!

 

RITMO IN CUCINA

idee per giocare in casa

Durante la giornata non devono mancare sicuramente dei momenti dedicati alla musica. Potete utilizzare canzoncine per scandire i momenti della giornata e produrre una musica…tutta vostra!Come?

Per fare musica basta poco:

  • legumi secchi o riso

  • elastici

  • barattoli di latta con e senza coperchi

I barattoli vuoti con coperchi di plastica sono eccellenti tamburi, se poi li riempite con dei fagioli secchi diventano delle bellissime maracas! Per ottenere un altro suono si può mettere un elastico attorno ad un barattolo senza coperchio e pizzicarlo. Si può fare musica anche con bicchieri e cucchiai riempendoli con diverse quantità di acqua e battendoli delicatamente per sentire che suono fanno. Che il concerto abbia inizio!

 

SARDINE IN SCATOLA

idee per giocare in casa

Non facciamo mancare ai bambini delle attività che li mettano in movimento. Questo gioco che vi propongo è una sorta di nascondino al contrario! 

Vi starete chiedendo: “Ma in che senso?”.

Vi spiego come funziona. 

Una persona si nasconde mentre le altre contano ad alta voce fino a 50 (o fino a quanto volete). Poi tutti devono cercare la persona nascosta e il primo che la trova si nasconde in silenzio insieme a lei. Ad uno ad uno tutti gli altri arriveranno nel nascondiglio e si ritroveranno tutti appiccicati! Ecco perché si chiama così…

 

IL BAR NELLA VASCA

idee per giocare in casa

Di solito ai bambini piace moltissimo fare il bagno e si divertono a giocare con la schiuma o con i loro personaggi preferiti inventando infinite storie. Noi possiamo rendere tutto ancora più divertente creando un bar nella vasca. Ciò che ci serve è:

  • un servizio da tè di plastica

  • prodotti da bagno come bagnoschiuma, sali da bagno, schiuma da barba, perle effervescenti, gel ecc. 

La schiuma da barba è ottima come panna sopra un finto cappuccino mentre i sali da bagno possono essere lo zucchero e il bagnoschiuma lo sciroppo! 

I clienti possono essere i personaggi preferiti del bambino o voi genitori, perché no! Ricordatevi, non c’è limite alla fantasia!

Dopo avervi consigliato queste attività/giochi vi consiglio di non fare mancare i momenti di noiaperché anche questi sono fondamentali, i momenti di libertà in cui il bambino è lasciato libero di giocare e fare da solo, i momenti in cui ci si fa aiutare con le faccende domestiche e i momenti da passare all’aperto. Se avete una campagna meglio, ma se non avete questa fortuna come me, fate le bolle, un picnic o leggete un libro in balcone. 

Spero abbiate apprezzato i miei consigli! 

 

 

Romina

@romineduca

 

 

L’autrice

@romineduca

 

Ciao!

Mi chiamo Romina e sono una pedagogista! Tra un po’ di mesi entrerò negli “enta” e devo dire che questa cosa mi mette un po’ d’ansia.

Ho lavorato in asili nido e ho fatto anche la baby sitter. Da poco lavoro come educatore domiciliare ed è una grande sfida ogni giorno.

Mi piace mettermi alla prova, in generale, e sentire che quello che faccio dà dei frutti. 

Mi piace lavorare “per la mia scomparsa”, sapendo che se svolgo bene il mio lavoro, avrò contribuito a rendere migliore la vita di qualcuno, avrò contribuito nella creazione di un nuovo equilibrio familiare. 

Mi piace pensare di lasciare un raggio di luce ad ogni bambino che incontro e proseguire il mio cammino.

Mi piace pensare di contribuire alla formazione di genitori, che diventano più consapevoli e di conseguenza educano bambini più felici. 

Una frase che mi rappresenta molto è questa: “Sii come il cedro, che profuma anche l’ascia che lo abbatte”. 

L’ascia rappresenta le difficoltà che incontriamo nella vita e il cedro è l’uomo che deve farci i conti. Il cedro che profuma sta ad indicare l’atteggiamento resiliente che si dovrebbe avere per fronteggiare tali difficoltà, al fine di rendere medicina anche il dolore.

Spero che troverete utili gli strumenti che vi proporrò.

Se volete rimanere sempre aggiornati, e perché no, chiedermi consigli educativi, potete seguirmi su Instragram sul profilo @romineduca.

 

Leggi anche:

Libri e attività utili per affrontare l’arrivo del fratellino!

Il gioco destrutturato e le loose parts 

Il gioco della sabbia

Giochi di movimento… in casa!

Guarda anche

 

@romineduca

@romineduca

Pedagogista

Mi chiamo Romina e sono una pedagogista! Tra un po’ di mesi entrerò negli “enta” e devo dire che questa cosa mi mette un po’ d’ansia.

Ho lavorato in asili nido e ho fatto anche la baby sitter. Da poco lavoro come educatore domiciliare ed è una grande sfida ogni giorno.

Mi piace mettermi alla prova, in generale, e sentire che quello che faccio dà dei frutti. 

Mi piace lavorare “per la mia scomparsa”, sapendo che se svolgo bene il mio lavoro, avrò contribuito a rendere migliore la vita di qualcuno, avrò contribuito nella creazione di un nuovo equilibrio familiare. 

Mi piace pensare di lasciare un raggio di luce ad ogni bambino che incontro e proseguire il mio cammino.

Mi piace pensare di contribuire alla formazione di genitori, che diventano più consapevoli e di conseguenza educano bambini più felici. 

Una frase che mi rappresenta molto è questa: “Sii come il cedro, che profuma anche l’ascia che lo abbatte”. 

L’ascia rappresenta le difficoltà che incontriamo nella vita e il cedro è l’uomo che deve farci i conti. Il cedro che profuma sta ad indicare l’atteggiamento resiliente che si dovrebbe avere per fronteggiare tali difficoltà, al fine di rendere medicina anche il dolore.

Spero che troverete utili gli strumenti che vi proporrò.

Se volete rimanere sempre aggiornati, e perché no, chiedermi consigli educativi, potete seguirmi su Instragram.

Ig