Depressione post partum: quando lo sguardo della madre è assente
23 Marzo 2020
Le coliche dei neonati: come possiamo aiutarli?
30 Marzo 2020
Show all

Attività per bambini dai 5 mesi: lasciare una prima traccia di sé con i colori naturali…

Vi chiedete mai cosa potreste fare voi, con i vostri bambini di pochi mesi, senza acquistare assolutamente nulla di nuovo eppure mettendo in moto esperienze tattili, gustative, visive nuove e interessanti?

E promuovendo lo sviluppo in un’ottica di vera crescita e opportunità?

Giocando magari con qualcosa di estremamente colorato e profumato, appassionante e divertente, adatto ai più piccoli ma anche ai fratelli più grandi, che potranno essere parte attiva sin dalla fase di preparazione?


Parliamo allora delle prime forme di colore e dei primi modi di “lasciare traccia di sé”: a
tto precursore della pittura vera e propria, le prime attività con il colore che possiamo proporre ai bambini di pochi mesi, ovvero a partire dall’inizio dello svezzamento.

Non è necessario aspettare che siano grandi per proporre loro il colore, perché la natura e gli alimenti ci vengono in aiuto e in maniera sorprendente.
Orzo, barbabietola, cappuccio rosso, carote, spinaci, pomodoro…ma anche curcuma, paprika, cacao, caffè, cavolo rosso…un arcobaleno di colori e odori diversi, gusti più o meno noti, tinte vivide!

colori naturali
Come? Per quale età?
Per i più piccoli si consiglia di partire da tinte naturali derivate da puree di frutta e verdura, ideali perché più sicure e digeribili (inizia la fase orale e i piccoli porteranno alla bocca) e interessanti e stimolanti non solo da un punto di vista olfattivo e gustativo, oltre che visivo, ma anche per la consistenza sotto le dita, vellutata o grumosa a seconda dell’elemento.
Poi orzo e/o cacao sciolto in poca acqua, o altre spezie, per un effetto acquerello assicurato!


Crearli è semplice, basta aprire la dispensa.


Il consiglio in più è quello di utilizzare gli alimenti che tutti i giorni proponiamo ai bambini: la carota utilizzata per fare il brodo vegetale, una volta lessata e schiacciata con la forchetta sarà una “tempera” bella e pronta! Così via anche gli altri alimenti:  non occorre comperare apposta, perché ai piccoli non servono enormi quantità, e si può fare un gran favore all’ambiente e strizzare un occhio all’etica, riutilizzando gli scarti o, comunque, non gettandoli.


È un agire che ha un profondo messaggio educativo anche questo.

colori naturali
Avete anche dei bimbi più grandicelli? Bene! Non solo piacerà anche a loro questa modalità di pittura, ma potrete renderli partecipi sin dal procedimento per creare il colore (schiacciare, tagliare, tritare, mescolare, tutte attività “da grandi”).  E, per loro, un’idea magica in più: provate a frullare il cavolo cappuccio, otterrete un composto viola intenso.

Filtratelo, ottenendo un liquido intenso e poi dividetelo in 3 bicchieri:

  • uno lasciatelo così, sarà di un bel viola scuro;
  • al secondo aggiungete limone, diverrà fucsia;
  • al terzo aggiungete bicarbonato diverrà azzurro!


In ultimo, si tratta di un’attività sporchevole? Sì. E meno male!
Meno male perché i bambini, sin da piccoli piccoli, hanno un vero bisogno di toccare, fare esperienza con il loro corpo, conoscere il mondo attraverso il corpo!


La pelle, i vestiti, si possono facilmente lavare e tornano come nuovi. Le esperienze “non fatte”, invece… quelle non tornano più. 

.

Alla prossima!

Sara

@labottegadeibambiniartelier

[@proposteeducative]

.

.

Leggi anche:

Il gioco della sabbia

Attività per bambini: il disegno!

Attività per bambini: Il ritorno dalle vacanze!

Attività per bambini: la pasta di sale! 

Il cestino dei tesori! 

Attività per neonati: le tessere ad alto contrasto!

Attività per bambini da 1 a 6 mesi!

Attività per bambini 6-18 mesi!

Attività per bambini: ma cos’è questo rumore?

Attività per bambini: giochi di movimento!

Attività per bambini: tecniche grafico-pittoriche!

Attività per bambini: i giochi di luce!

 Attività per bambini: chiamiamoli travasi…

Giardinaggio con bambini

L’angolo dei travestimenti

Giochi di movimento… in casa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *